Venezia sprofonda 5 volte più velocemente

Venezia sprofonda 5 volte più velocemente



Scienziati rivelano Venezia sta affondando 5 volte più veloce di quanto si pensasse. Secondo gli ultimi rilievi, si starebbe inclinando ad est e dirigendosi verso il Mare Adriatico. Studi precedenti sembravano mostrare che il livello dell’acqua nella ex capitale della Repubblica Marinara di Venezia si fosse stabilizzato, ma la nuova ricerca afferma che nell’ultimo decennio la città è affondata al ritmo di 2 millimetri l’anno, contro lo 0,4 precedente. La parte più a nord sta calando di 2-3 millimetri l’anno, mentre la parte a sud cala di 3-4 millimetri nello stesso periodo. Il ricercatore Yehuda Bock dell’Istituto di Oceanografia di San Diego (California) ha detto: “Sembra che Venezia continua a sprofondare. Si tratta di piccoli valori, ma sono importanti”. Bock, che sta pubblicando uno studio sulla Rivista Americana di Geochimica, ha detto che lo sprofondamento è dovuto a cause naturali, come la tettonica a zolle, e che il fenomeno dell’acqua alta aumenterà di intensità. Ma gli esperti di “Consorzio Venezia Nuova”, incaricati della salvaguardia della Laguna, sono scettici su questi dati. Hanno rilevamenti sullo sprofondamento che risalgono a centinaia di anni fa e, secondo questi dati, la città cala di 3-4 centimetri per secolo. Se fosse vero il rilevamento di Bock, questo significherebbe 20 centimetri per secolo, ossia 5 volte tanto. La differenza è troppa e risulta inverosimile. Lo stesso Bock ammette, comunque, che un investimento oneroso in barriere artificiali possa essere l’unico rimedio per preservare la città dall’alta marea e dagli effetti dei cambiamenti climatici in corso.

Via