Vaccino per fumatori

Vaccino per fumatori



Il vaccino per curare la dipendenza è stato testato con successo sulle cavie di laboratorio. Gli scienziati sperano ora che sia altrettanto valido per l’uomo. I ricercatori del Weill Cornell Medical College di New York hanno detto di aver sviluppato un vaccino che trasforma il fegato in una vera e propria “fabbrica di anticorpi contro la nicotina”. Gli anticorpi si buttano sulla nicotina e la distruggono appena entra in circolo nel sangue, prima che arrivi alle cellule del cuore e del cervello. Hanno appurato che una sola dose basta per tutta la vita di una cavia. Ci sono già stati in precedenza altri tentativi di iniettare anticorpi già pronti nell’organismo di fumatori, ma dopo poche settimane bisognava intervenire nuovamente apportando altri anticorpi. “Da quello che possiamo capire, il metodo migliore per combattere la dipendenza dal fumo è quello di avere a disposizione nell’organismo, in continuazione, delle pattuglie di anticorpi che intercettano e neutralizzano la nicotina prima che produca effetti biologici”, ha detto il dotto Ronald G. Crystal, responsabile della ricerca. Ora hanno in programma di testarlo sui primati e, se i risultati sono confermati, di provarlo sull’uomo. “Finora lo abbiamo provato solo sulle cavie” – continua il dottor Crystal – “ma i risultati sono così positivi che siamo fortemente fiduciosi sul fatto che potremo presto aiutare tutti quei milioni e milioni di fumatori che hanno tentato invano di smettere di fumare con vari espedienti, e magari poterlo usare come vaccinazione preventiva per non incappare nel vizio del fumo”.

Via