Un’ora in più di sonno abbassa la pressione

Un’ora in più di sonno abbassa la pressione



Uno studio effettuato presso la Harvard Medical School di Boston, USA, riporta che dormire un’ora in più del solito, per 6 settimane, abbasserebbe la pressione arteriosa. I ricercatori hanno notato che le persone che riposano 6-7 ore a notte tendono ad avere la pressione alta. L’ipertensione colpisce una persona su 5 e si pensa che possa essere responsabile, per metà, degli attacchi di infarto e ictus. Risulta anche che una buona metà degli ipertesi non sanno di esserlo perché non si controllano mai. È da tempo, comunque, che dormire poco e vita stressante vengono associate all’insorgere dell’ipertensione, ma questo studio è uno dei primi a dimostrare che la pressione arteriosa può essere messa sotto controllo aumentando la durata del sonno. Sono state reclutate 22 persone di mezza età, uomini e donne, con una pressione non eccessivamente alta ma sulla strada per averla. Tutti i volontari hanno affermato di dormire 6-7 ore a notte. Per un periodo di 6 settimane, a 13 di loro è stato chiesto di andare a letto un po’ prima del solito. Gli altri hanno continuato le abitudini di sempre. Tutti indossavano un monitor per rilevare la pressione ed hanno eseguito le analisi del sangue e delle urine. I risultati, pubblicati sul Journal of Sleep Research, hanno dimostrato che il gruppo dei “dormiglioni”, che aveva allungato mediamente di 35 minuti il sonno notturno durante le 6 settimane, aveva ora la pressione abbassata di 8-14 mmHg (come dire far passare una minima da 94 a 80). Si pensa troppo poco a quanto il sonno sia salutare nel ridurre lo stress ed abbassare di conseguenza la pressione sanguigna. Nel loro rapporto i ricercatori hanno scritto che, in caso di ipertensione modesta, potrebbe essere consigliato al paziente di provare a dormire di più. Resta da capire, in caso di effettivo beneficio, quanto dura nel tempo.

Via

 

Categorie Salute