Una nuova erba contro le inondazioni

Una nuova erba contro le inondazioni



Le inondazioni sono in continuo aumento nel Regno Unito causate, sembra, dal surriscaldamento globale. Ogni anno provocano danni ingenti e sempre crescenti. Una equipe di ricercatori ritiene che si possa limitare considerevolmente il danno provocato dallo scorrimento selvaggio delle acque attraverso i campi seminando una nuova erba, un ibrido tra la segala e la festuca, la quale renderebbe molto poroso il terreno sul quale cresce. Questo consentirebbe all’acqua di essere assorbita in quantità molto maggiore, riducendo l’effetto scorrimento e conseguente inondazione con danni spesso incalcolabili. “La produzione di queste nuove erbe ha un costo infinitamente inferiore a quello procurato dalle inondazioni”, ha detto il professor Douglas Kell, direttore esecutivo del Biotechnology and Biological Sciences Research Council che ha finanziato la ricerca e pubblicato i risultati su Scientific Reports. Il nuovo tipo di erba è stato testato negli ultimi due anni e da quest’anno è possibile l’acquisto da parte degli agricoltori. Il 2012 è stato un anno record per quanto riguarda la piovosità in Inghilterra. Nonostante gli scienziati avvertano che tutto ciò fa parte del cambiamento climatico della Terra, il finanziamento delle opere di difesa rimane sotto i livelli di qualche anno fa e nuovi progetti non decollano. Oltre ai danni subiti dalle famiglie allagate, lo scorso anno ha visto 600 milioni di sterline persi di prodotti alimentari, il calo del 15% nel raccolto delle mele e un calo del 75% nella produzione di miele. La nuova erba potrebbe aiutare ed integrare le difese naturali e contribuire alla difesa del territorio oltre che essere un buon foraggio per le bestie. L’ibrido è stato selezionato tra centinaia di incroci naturali e testato nel Devon. Kit Macleod, e colleghi del James Hutton Institute di Aberdeen, hanno scoperto che la nuova erba ha ridotto del 50% il flusso dell’acqua, attraverso campi ricchi di argilla, rispetto alla situazione precedente. Dato che il 69% dei terreni agricoli del mondo sono coltivati a prato, Kit Macleod ha detto che il nuovo ibrido ha un notevole potenziale di espansione perché potrebbe contemporaneamente fornire un buon foraggio per il bestiame e protezione contro le inondazioni. Il costo delle inondazioni nel Regno Unito potrebbe salire fino a 10 miliardi di sterline l’anno, stando alle odierne valutazioni del Governo sul cambiamento climatico.

Via