Un semplice cerotto per curare i melanoma

Un semplice cerotto per curare i melanoma



Forse basterà un semplice cerotto per poche ore per curare i carcinomi a cellule basali, evitando cicatrici e disagi. É quanto stanno sperimentando un gruppo di ricercatori; la loro ricerca è stata presentata all’ultimo raduno annuale dell’Associazione di medicina nucleare. Il miracoloso cerotto è infuso con fosforo-32, un isotopo radioattivo per curare alcuni tipi di cancro. Nello studio presentato, a 10 pazienti è stato applicato il cerotto per tre ore su di un carcinoma a cellule basali presente sui loro volti. L’operazione è stata ripetuta, per altre tre ore, quattro e sette giorni dopo. Risultato: le biopsie prese dopo tre mesi dal trattamento non hanno mostrato alcuna traccia di tumore. I pazienti hanno un’età compresa tra i 32 e i 74 anni. Le biopsie prelevate dopo sei mesi mostrano invece un rifeacimiento di cellule basali per due di loro. Siamo agli inizi e già i risultati sono promettenti. Secondo il National Cancer Institute, si stima che 2.152.500 persone siano state trattate per melanoma nel 2006 negli Stati Uniti. Mentre i tumori melanoma non sono in genere letali (rappresentano meno dello 0,1 per cento dei decessi correlati al cancro), i tumori superficiali sono spesso causa di deformazione, che può essere particolarmente traumatica quando si genera sul viso. “Lo studio è importante per il settore della medicina nucleare, in quanto apre una nuova dimensione nel campo della medicina nucleare terapeutica e dermatologia, in particolare per il trattamento di tumori maligni della pelle”, dice Priyanka Gupta, uno studente presso l’Institute of Medical Sciences di New Delhi e autore principale dello studio. “Per i pazienti è indubbiamente innovativo, perché consiste in una procedura semplice, economica che non richiede loro di essere ricoverati in ospedale. Questa può diventare la procedura standard per il trattamento di carcinoma a cellule basali, o servire come alternativa quando la chirurgia e la radioterapia non siano attuabili”. Speriamo tutti che il metodo venga presato accreditato e possa risolvere, davvero in poche ore e senza traumi, questa classe di tumori.

Via