Un bambino di 6.500 anni fa

Un bambino di 6.500 anni fa



Detmold Child è il nome che è stato dato ad una antica mummia peruviana che risale incredibilmente a 6.500 anni fa, ossia 3000 anni prima della nascita di Tutankhamon. Recenti TAC del neonato hanno rivelato i dettagli circa l’età del bambino, la salute e la causa della morte. Il neonato, ben conservato come si può vedere dalle foto, è stato scoperto con gli occhi chiusi, le braccia conserte e le gambe incurvate, posizione tipica nelle sepolture di quella regione. I funzionari del Museo di Stato di Lippe (Germania,) dove la mummia è esposta, hanno chiesto agli specialisti del cuore del Nord Reno-Westfalia Heart and Diabetes Centre di eseguire delle analisi sulla mummia. I risultati sono che il bambino aveva un’età compresa tra gli 8 e i 10 mesi al momento della morte e soffriva di una rarissima malformazione cardiaca congenita nota come “sindrome del cuore sinistro ipoplasico”, una rara condizione congenita per cui le parti del lato sinistro del cuore non si sviluppano completamente. Questa condizione porta alla morte nella prima infanzia. Al giorno d’oggi, il tasso di sopravvivenza per queste patologie è del 70 per cento. Il bambino aveva anche una grave carenza di vitamina C, nota come turricefalia, che porta a sviluppare una anomala forma del cranio. Aveva in corso una infezione polmonare che, assieme ai problemi del cuore, ha causato la morte del bambino. I resti del bambino sono stati datati col radio-carbonio al 4.505-4.457 avanti Cristo. La mummia del bambino è rientrata recentemente da un tour negli Stati Uniti durato 3 anni e che ha coinvolto 150 mummie. È stato sollevato anche un dibattito etico su questa mostra, cercando di capire se venga soddisfatta solo la curiosità umana o se risulti un importante mezzo educativo.

Via