UFO pietrificati in Russia

UFO pietrificati in Russia



Un team di ricercatori russi ha trovato più di una dozzina di dischi di pietra nella regione di Volgograd. Il gruppo afferma che questo oggetti non identificati contengono tungsteno, un metallo ad alta densità che ha applicazioni nella tecnologia militare. Come siano finiti lì rimane però un mistero. Il sito Bloknot Volgograd riporta che la scoperta è stata fatta dal gruppo ufologico russo Cryptozoology Kosmopoisk, guidato da Vadim Chernobrov, durante gli scavi nel Žirnovskij Rajon nella regione di Volgograd. I cacciatori di UFO stavano investigando da qualche tempo in quella regione, che è famosa per il verificarsi di “fenomeni mistici”. Dopo una dozzina di dischi di pietra del diametro di 1 metro, ne è stato trovato uno di misura doppia che rimane ad oggi il più grande trovato in quella zona. “La forma a disco fa correre l’immaginazione degli ufologi”, riporta l’International Business Times. Scott Waring, di Avvistamenti UFO quotidiani, pensa che questa sia la prova che gli alieni esistono e afferma che il disco è fatto di tungsteno, oggi utilizzato nella tecnologia militare. La squadra di ricercatori dice che potrebbero avere un milione di anni ed essere dei droni militari danneggiati durante un attacco su Marte e poi caduti sulla Terra. Ma gli scienziati del museo Zhirnovsky, dove si possono ammirare i reperti, stanno adottando un approccio più razionale. Ora stanno verificando composizione ed età dei reperti. Alcuni scettici pensano che siano semplicemente opera di erosione naturale. All’inizio dell’anno è stato scoperto un altro disco di pietra da una società russa che effettua estrazione di carbone in un bacino minerario siberiano. Il reperto è stato trovato a 40 metri di profondità, il che fa pensare essere molto vecchio. Gli archeologi che hanno esaminato il disco, che misura 1,2 metri di diametro, dicono che è stato prodotto dall’uomo.

disco-2