Turismo galattico

Turismo galattico



Per gli oltre 500 turisti spaziali che hanno firmato per un viaggio sulla navicella della Richard Branson, lunedì è stato un giorno speciale, il giorno in cui la navicella spaziale che li trasporterà in alto ha fatto il suo primo volo rompendo per la prima volta la barriera del suono. “Andremo nello spazio alla fine di questo anno,” ha detto Branson in un’intervista telefonica dopo il volo di prova sul deserto del Mojave, in California, “o forse nella prima parte del prossimo anno”. Lui e i suoi figli saranno tra i passeggeri del viaggio inaugurale. Branson ha fondato la Virgin Galactic otto anni e mezzo fa, sfruttando il successo della prima navicella spaziale finanziata privatamente, la SpaceShipOne, utilizzata per portare le persone sopra i 62 chilometri, considerato il bordo dello spazio esterno. SpaceShipOne aveva solo due posti a sedere e nei suoi voli era presente solo il pilota. La nuova navicella, SpaceShipTwo, può alloggiare 6 passeggeri oltre al pilota. Ogni passeggero paga un biglietto da 200.000 dollari. Aveva predetto che i voli commerciali sarebbero iniziati già nel 2007, ma una serie di eventi, tra cui l’esplosione di un motore durante un test che ha provocato la morte di 3 operai, ne ha ritardato la partenza. “E’ stata una dura lotta durata 8 anni e mezzo, ma ora sembra che siamo a buon punto”, ha detto Branson. Negli ultimi due anni e mezzo la SpaceShipTwo ha eseguito una serie di test come aliante, ma lunedì mattina, con il signor Branson tra gli spettatori, un vettore aereo ha portato SpaceShipTwo ad un’altezza di 47.000 piedi prima di lasciarlo andare. Il motore ha ruggito per 16 secondi, portando SpaceShipTwo a Mach 1,2 fino ad un’altezza di 55.000 piedi (18 chilometri). E’ poi atterrato a motore spento impiegando una decina di minuti. Molte altre prove seguiranno prima di portare i turisti spaziali a fare un giro nello spazio. Per ora hanno acquistato il biglietto in 560. Se qualcuno è interessato si faccia avanti.

Via