The Big Hole

The Big Hole



Il Big Hole, il Grande Buco, è anche conosciuto con il nome Mine Kimberley e si trova in Sud Africa. È il più grande buco al mondo scavato da esseri umani. Vi hanno concorso 50.000 minatori che hanno lavorato nella miniera alla ricerca di diamanti. Nel corso del 19° secolo sono stati estratti ben 2720 chilogrammi. Poi è stata chiusa. Il fatto più sorprendente è che i lavoratori che vi hanno lavorato non sono stati facilitati dall’uso di utensili o macchinari avanzati, ma hanno fatto tutto a mano: badile e piccone. Il foro è stato scavato tra il 1871 e il 1914 rimuovendo dal suolo 22 milioni di tonnellate di terreno e roccia. Il Big Hole misura circa 215 metri in profondità e 463 metri in larghezza. Dopo che la miniera è stata abbandonata perché divenuta troppo pericolosa per i minatori, la società De Beers Brothers, proprietaria del sito, ha proseguito altrove l’estrazione sotterranea dei diamanti. Per inciso, la De Beers fece in quella miniera una delle sue maggiori scoperte: un diamante grezzo da 428,5 carati (più di 2 chili). Dopo il taglio, il diamante De Beers fu mostrato all’Esposizione di Parigi del 1889, l’anno della Torre Eiffel. Masse incredule di persone si misero in coda per ammirare i 228,5 carati di quello che si credeva il diamante tagliato più grosso del mondo. Oggi il diamante De Beers mantiene il titolo di quarto maggiore diamante tagliato al mondo. La miniera Kimberly è méta costante di visitatori e curiosi. Veramente una bella vista per chi soffre di vertigini!

Vedi anche: Buchi da paura
Via