Tempi duri per i parcheggiatori abusivi

Tempi duri per i parcheggiatori abusivi



Che cosa significa quando un posto auto è contrassegnato con il simbolo “sedia a rotelle”? Sono in molti a pensare che sia un’area utilizzabile per fermarsi poco tempo e se non passa un vigile. Fatto sta che molti parcheggi per handicap vengono abusivamente occupati da chi non ne ha diritto. In Nuova Zelanda si sono stancati di questi soprusi e hanno commissionato ad una Società informatica neozelandese, la Car Parking Technologies (CPT),  di risolvere il problema. Questa ditta non è nuova nel campo; ha prodotto SmartGuide per guidare i conducenti all’interno dei parcheggi, SmartCounter per contare il flusso di veicoli in entrata ed uscita dai parcheggi indicando i posti disponibili, SmartPlate che legge e registra automaticamente i numeri di targa dei veicoli per assicurarsi che le vetture siano nel posto giusto, SmartMeter che consente ai guidatori di conoscere a distanza a quanto ammonta il costo di parcheggio in quel momento. Ha quindi approntato un sistema che prevede un sensore da applicare sull’auto provvista di parcheggio handicap ed un controllo a distanza che avverte se un parcheggio adibito viene occupato da un abusivo. Subito corre un vigile col blocchetto… Sulla falsa riga, potrà essere approntato un sistema per rilevare abusivi anche su altre aree riservate. Tempi duri per gli abusivi!

Via