Settimana di stelle cadenti

Settimana di stelle cadenti



Stelle cadenti al ritmo di 50-100 al minuto sono attese queste settimana, fenomeno concentrato maggiormente nella notte di sabato 13. Potrebbero anche essere di diversi colori e non sono escluse piccole collisioni fra due o più frammenti. Sono chiamate Geminidi perché sullo sfondo di questa pioggia di stelle si può vedere la costellazione dei Gemelli che si trova sulla sinistra di Orione (verso sud), ben visibile in inverno e riconoscibile con la sua cintura di tre stelle (posizionate come le tre piramidi di Giza). Il momento culmine dovrebbe essere attorno alle 2 di notte di sabato. Questo spettacolo, che sarà più bello del fenomeno di agosto, è dovuto all’intersecazione ciclica dell’orbita terrestre con una nube di polveri che, entrando forzatamente nella nostra atmosfera, si incendiano creando il bellissimo effetto chiamato “stelle cadenti”. La prima apparizione delle Geminidi risale al 1860. Nei primi decenni il fenomeno era modesto, ma nel corso del XX° secolo si è intensificato al punto da superare le Perseidi, quelle visibili in agosto. Questa nube di polveri non sarà costante ed un giorno potrebbe disperdersi nello spazio e non essere più intercettabile dalla Terra. Si ritiene che queste polveri siano create dall’asteroide denominato “Phaethon 3200”, scoperto nell’ottobre del 1983, perché condivide con la nube di polveri la stessa orbita. www.theguardian.com