Scoperto DNA a 4 eliche

Scoperto DNA a 4 eliche



Sessant’anni dopo che James Watson e Francis Crick hanno stabilito che il DNA è formato da una doppia elica, ecco che spunta fuori un DNA a 4 eliche. Tempo fa era stato riprodotto un DNA a 4 eliche in laboratorio, ma non gli è stato dato peso perché non vi era alcuna prova che esistesse in natura. Ora, invece, è stato identificato in una gamma di cellule tumorali umane. I quattro pacchetti di filamenti del DNA chiamato G-quadruplex, sono formati dall’interazione di quattro basi di guanina che insieme formano un quadrato. Sembrano essere strutture transitorie e risultano più abbondanti quando le cellule sono sul punto di dividersi. Sono apparse nel nucleo dei cromosomi e anche nei telomeri, i cappucci sulle punte dei cromosomi che li proteggono da eventuali danni. Poiché le cellule tumorali si dividono molto rapidamente e spesso hanno difetti nei loro telomeri, l’elica quadrupla potrebbe essere una caratteristica unica per le cellule tumorali. Se è così, eventuali trattamenti che agiscono su di loro potrebbero non danneggiare le cellule sane. Il team che ha identificato i 4 filamenti, diretto dal dottor Shankar Balasubramanian della University of Cambridge, UK, ha utilizzato un anticorpo che si attacca esclusivamente al G-quadruplex. Per impedire all’anticorpo di sconfinare nel DNA normale hanno esposto le cellule al pyridostatin, una molecola che intrappola le quadruple eliche ovunque si formino. “Questa ricerca evidenzia ulteriormente la potenzialità di sfruttare queste insolite strutture del DNA per battere il cancro; la fase successiva sarà di capire come bersagliarle all’interno delle cellule tumorali”, spiega Julie Sharp del Cancer Research, UK, che ha finanziato la ricerca. “Abbiamo intenzione di scoprire – dice Shankar Balasubramanian – se i quaduplexes sono uno scherzo della natura o sono lì per un  disegno preciso”.

Via