Sarà il più grande centro di spionaggio

Sarà il più grande centro di spionaggio



Il più grande centro di spionaggio mai esistito in USA vedrà l’inizio delle operazioni il prossimo anno. Lo sta concependo la NSA (National Security Agency) nello stato dello Utah. Il sito si chiama Camp Williams e si trova vicino alla città di Bluffdale. Grazie a questo impianto, tutte le operazioni compiute dai cittadini americani (e-mail, telefonate, SMS, acquisti on-line, biglietti del  parcheggio, praticamente tutta la  vita virtuale) saranno registrate ed archiviate. Le Agenzie governative diventano ogni mese più sospettose dato che le persone incrementano gli acquisti per contanti, coprono il monitor del portatile quando uno si avvicina ed attuano atteggiamenti che denotano il desiderio di nascondere informazioni (ma una volta non era privacy?). Ecco perché stanno costruendo un mega-orecchio che farà impallidire il vecchio “Echelon”, il Grande Fratello. Negli USA il controllo sta invadendo tutti i settori; sembra che alcuni reparti di polizia stiano usando i Drone per controllare il territorio. Questo nuovo centro di ascolto occupa 240 ettari di terreno e la gente dà per certo che a gestire questo Utah Data Complex sarà, appunto la NSA. Dal canto suo, la National Security Agency dice che il Centro fa parte di una iniziativa volta a raccogliere informazioni su minacce informatiche e garantire, perciò, la sicurezza delle telecomunicazioni. Ma la gente è d’accordo col definirlo un “Centro di spionaggio”. Una fonte ufficiale vicina al progetto ha riferito al magazine Wired.com che il sito non sarà solamente un centro di raccolta dati, ma sarà adibito alla decifrazione ed interpretazione di ogni dato reperibile dalla rete. Tutto il lavorìo sui social network, offerte e acquisti commerciali, transazioni finanziarie, spese alimentari ecc.; ma anche password e files protetti non avranno più segreti per la NSA. Con tutti questi dati sarà possibile tracciare un profilo perfetto della vita di ogni cittadino (dove lavori, quanto lavori, dove abiti, quanto mangi, con chi ti vedi, cosa compri, che film vedi, che locali frequenti, dove vai in ferie e chi più ne ha più ne metta). È vero che i dati devono prima essere raccolti, ma la NSA, come ha riferito William Binney nel 2006, ha da tempo creato una rete di stanze segrete nelle più importanti Compagnie di Telecomunicazioni. Il sistema è già in grado di registrare le milioni e milioni di telefonate ed e-mail che si scambiano ogni giorno gli americani. Il Congresso americano ha sollevato le Compagnie di Telecomunicazioni da ogni responsabilità, trattandosi di sicurezza nazionale. Ovviamente, alcune informazioni saranno cruciali per la sicurezza, ma il problema è sapere con quale criterio la NSA deciderà cosa sarà innocuo e cosa nocivo. “Ogni persona sarà potenzialmente un obiettivo, chiunque usi le telecomunicazioni”, dice un’altra fonte nello Utah. Per ora, un grosso problema per la NSA è quello di superare i sistemi di cifratura che proteggono le transazioni finanziarie, aziendali, diplomatiche ecc. Ma intanto loro archiviano perchè quello che oggi non è possibile decifrare può sempre esserlo un domani e lo spazio per archiviare a Camp Williams non manca di certo.