Sale 103 piani con una gamba bionica mossa dal pensiero

Sale 103 piani con una gamba bionica mossa dal pensiero



Un uomo con una gamba bionica controllata dalla mente è salito in cima al Sears Willis Tower, il famoso grattacielo di Chicago.  È accaduto domenica nel corso di un incontro di beneficienza. Zac Vawter, 31 anni, ha perso la gamba destra in un incidente di moto ed è la prima persona a salire così tanti gradini, 103 piani, con un arto bionico. Vawter vive a Yelm, nello stato di Washington, con la moglie e due figli, ed è un paziente del Rehabilitation Institute of Chicago che ha sponsorizzato l’evento. L’arto artificiale è stato progettato per rispondere a impulsi elettrici, secondo l’Associated Press. Quando egli pensa di salire una scala e comincia a muovere la gamba, l’arto bionico sincronizza il movimento dei muscoli assicurando un’andatura regolare. La gamba pesa circa 10 chili e contiene due motori che movimentano una cinghia e sistema a catena che fa oscillare gamba al ginocchio. L’Istituto di Riabilitazione sta sviluppando la gamba con una sovvenzione di 8.000 milioni di dollari da parte del Dipartimento della Difesa e i suoi partner sono MIT, Vanderbilt e altre Università. Il funzionamento meccanico dell’arto è chiaro, ma se si pensa che viene attivato da un impulso cerebrale bisogna convenire che si è fatto un passo avanti nel mondo della bionica. Il signor Vawter, però, non può tenersi sempre la gamba. Quella resterà a Chicago dove i ricercatori potranno affinare il funzionamento prima di immetterla sul mercato.

Via