Rubata una centrale di sollevamento acque

Rubata una centrale di sollevamento acque



Furti ce ne sono tutti i giorni. Ultimamente va di moda rubare cavi elettrici per rivendere il rame, ma quello che è successo in provincia di Agrigento è un furto veramente singolare. Nottetempo dei ladri-tecnici hanno smontato ed asportato completamente la centrale di sollevamento idrico che pompa le acque del fiume Verdura nell’invaso della diga Castello che  si trova nei territori dei comuni di Bivona ed Alessandria della Rocca, in provincia di Agrigento, nell’area dei monti Sicani. L’impianto di sollevamento, finanziato con i fondi della Regione, era in funzione da poco e versava nel lago 400 litri al secondo prelevandoli dal fiume. Non è rimasto niente: hanno asportato le pompe, l’impianto idraulico, l’impianto elettrico compresi i quadri di comando e controllo, il sistema informatico che gestiva l’impianto e perfino le porte in ferro.