Regolare la temperatura corporea col pensiero

Regolare la temperatura corporea col pensiero



Sono noti a tutti i positivi e sorprendenti effetti della meditazione, ma uno di questi è stato reso noto solo da poco. I monaci tibetani sono in grado di variare la temperatura del loro corpo ed aiutare il loro sistema immunitario attraverso tecniche di meditazione. Questi monaci praticano una meditazione chiamata “g-tummo”, una pratica spirituale che, dicono, consente di imbrigliare e dirigere l’energia interna al corpo. Un team di ricercatori, per capirci di più sulle possibilità di questa tecnica, ha misurato la temperatura interna di un gruppo di monaci che vivono nel freddo dell’Himalaya. Con loro sorpresa, hanno dovuto registrare che i monaci sono in grado di innalzare la temperatura del corpo fino ad oltre i 38°C. Anche alcuni volontari europei, ai quali è stato insegnato il metodo, sono riusciti ad innalzare sensibilmente la temperatura corporea. Una tecnica in particolare, chiamata “Vase breath”, mette in atto la produzione interna di calore visualizzando delle fiamme a ridosso della spina dorsale. Il sistema è certamente utile se ci si trova al freddo, ma la tecnica, dicono i ricercatori, aiuterebbe anche a rinforzare il sistema immunitario. Per chi ne fosse interessato, ci sono alcune persone, nelle più remote aree del Tibet, che sono disponibili ad insegnare queste tecniche.

Via