Quanto grande è il nostro Universo?

Quanto grande è il nostro Universo?



L’universo è un grande, grande posto. Ma quanto è grande? E come facciamo a saperlo? Nel corso della storia, gli esseri umani hanno utilizzato una varietà di tecniche e metodi per cercare di rispondere alla domanda: “Quanto è grande?”. Generazioni di esploratori hanno studiato sempre più in profondità la vasta distesa dell’universo. E il viaggio continua ancora con nuovi metodi e realizzando nuove scoperte. Nel III secolo a.C., Aristarco di Samo si era posto la domanda: “Quanto dista la Luna?”. Arrivò a calcolarne la distanza osservando l’ombra della Terra sulla Luna durante un’eclisse. Edmund Halley, famoso per aver previsto il ritorno della cometa che porta il suo nome, tre secoli fa ha trovato il modo di misurare la nostra distanza dal Sole e dal pianeta Venere. Sapeva che il pianeta Venere ogni 121 anni passava in asse tra la Terra e il sole e ne ha approfittato per le sue misurazioni. Questo evento raro, il transito di Venere, si è verificato anche pochi anni fa, l’ 8 giugno 2004. Il calcolo della nostra distanza dal Sole è stato fondamentale per calcolare, per la prima volta, la vera dimensione dell’intero sistema solare. Ma il nostro sistema solare, rispetto alla Galassia alla quale appartiene, è un puntino insignificante. La Via Lattea, infatti, è un ammasso di stelle così vasto che ci vorrebbero 100.000 anni correndo alla velocità della luce per attraversarla. Anticamente si pensava che una stella fosse poco luminosa perchè molto lontana. Ma potrebbe essere poco luminosa anche perchè piccola. A risolvere la questione ci ha pensato Henrietta Leavitt nel 1908 studiando le stelle variabili, chiamate “Cefeidi”, ed elaborando l’equazione fra distanza e luminosità. Questo ha permesso di capire se una stella appartenesse alla Via Lattea oppure fosse esterna ad essa. Ma oltre alla nostra Galassia esistono miliardi di Galassie che possiamo vedere con i nostri telescopi nella posizione in cui erano miliardi di anni fa. Trovare la distanza di queste galassie molto distanti è una sfida, ma gli astronomi possono farlo studiando le esplosioni delle super-novae. È nota la luminosità di alcune classi di stelle e quando una di queste esplode si può calcolarne la sua distanza da noi e quindi la distanza della Galassia alla quale appartiene. L’immagine più antica ripresa dai nostri telescopi è di 13 miliardi di anni, tanto ha messo la luce per giungere a noi. Oltre a questa distanza, la luce non ha ancora avuto il tempo di raggiungerci. Perciò: quanto è grande l’Universo? Non è ancora possibile farsene una idea. Non sappiamo neppure se sia unico ed infinitamente grande o se ci siano altri Universi. La NASA continuerà a cercare indizi per capire la dimensione finale, ma si profila un gioco infinito…

Via