Quale animale ha l’udito più sensibile?

Quale animale ha l’udito più sensibile?



E’ noto che il pipistrello ha un udito finissimo, il migliore nel mondo dei mammiferi. Utilizza una sorta di eco-localizzazione emettendo ultrasuoni e misurandone il tempo di ritorno per individuare la preda. Ma si scopre che c’è un animale ancora più sensibile che utilizza una varietà estrema di frequenze, forse in risposta all’arma dei pipistrelli. Per ultrasuoni si intendono frequenze al di fuori del campo sonico umano, perché gli uomini hanno capacità uditive veramente modeste. I ricercatori dell’Università di Strathclyde a Glasgow, in Scozia, hanno scoperto che la grande tarma della cera, una falena generalmente noiosa e comune, ha l’udito più fine finora conosciuto. E’ in grado di udire frequenze fino a 300 kHz che fa impallidire le capacità umane (al massino 20 kHz). I ricercatori sospettano che lo straordinario senso dell’udito di questo lepidottero sia in gran parte utilizzato per superare in astuzia il suo predatore principale: il pipistrello comune. Queste falene sono prede molto comuni in tutta l’Euroasia come nel nord America, dove è stata introdotta. L’eco-localizzazione è un’arma particolarmente efficace dei pipistrelli, molto particolare nel mondo animale, per cui un insetto non riesce a percepire di essere preso di mira fino a che non viene catturato. Così questa falena si è evoluta per udire le frequenze dei pipistrelli e mettersi al riparo. Probabilmente è anche in grado di comunicare con le altre falene, su determinate frequenze, per avvertire del pericolo incombente.

Via