Psoriasi individuabile con speciale macchina fotografica?

Psoriasi individuabile con speciale macchina fotografica?



Una macchina fotografica ad alta tecnologia, come quelle utilizzate per la termografia, possono rivelare anomalie esistenti in un paesaggio ritratto, per esempio individuare macchie di foresta infestate da un agente patogeno. Ora questa tecnologia sembrerebbe pronta per aiutare a identificare i problemi della nostra pelle, ad esempio la psoriasi. Solitamente i medici diagnosticano la psoriasi visivamente, valutando quanta pelle è ricoperta da lesioni, arrossata, ispessita o squamosa. Queste osservazioni sono soggettive e risentono molto del grado di esperienza accumulata nello specifico. Per questo motivo il dottor Francisco Tausk, dell’Università di Rochester (Stato di New York), ha collaborato con i colleghi del Rochester Institute of Technology, sempre di New York, per capire se la tecnologia per immagini può venire in aiuto al fine di essere più precisi nella diagnosi e anche per capire le aree in cui si svilupperà la psoriasi. Negli studi preliminari si è scoperto per mezzo della termografia che sotto le parti già colpite la circolazione sanguigna è maggiore e le parti sono più calde. Fotografando la pelle con gli ultravioletti vengono invece evidenziate le placche dure, perchè contengono aminoacidi che emetterebbero fluorescenza. Combinando i sistemi si potrebbero individuare le zone del corpo dove si svilupperà la psoriasi prima che sia visibile all’occhio. Ora il team sta cercando finanziamenti per iniziare una sperimentazione clinica e verificare operativamente la bontà di questi studi.

Via