Primo caso in Francia di virus simile alla SARS

Primo caso in Francia di virus simile alla SARS



Un caso di infezione respiratoria acuta con un nuovo virus simile alla SARS (sindrome respiratoria acuta grave) è stato confermato in Francia in un uomo di 65 anni di ritorno dagli Emirati Arabi, ha annunciato oggi il Ministero della Salute francese. “Questo è il primo e unico caso confermato in Francia fino ad oggi di questa nuova famiglia di coronavirus”, ha detto il ministero. L’infezione respiratoria acuta legata al nuovo coronavirus è stata segnalata all’Istituto di sorveglianza sanitaria da parte del Centro Nazionale di Riferimento dell’Istituto Pasteur. Il paziente è stato ricoverato in ospedale il 23 aprile a Valenciennes, poi trasferito a Douai il 29 aprile, dove è sottoposto ad assistenza respiratoria e trasfusioni di sangue, secondo Jean-Yves Grall, direttore generale della Sanità. Era rimasto a Dubai dal 9 al 17 aprile prima di essere ricoverato in ospedale in Francia per disturbi respiratori acuti. Il nuovo coronavirus è stato rilevato per la prima volta a metà del 2012. Casi di infezione con il nuovo coronavirus erano stati finora individuati in Arabia Saudita, Giordania, Regno Unito e Germania. In totale, 18 persone sono morte in tutto il mondo dopo aver contratto il virus, di cui 11 in Arabia Saudita. Attualmente, l’Organizzazione Mondiale della Sanità non dispone di informazioni sufficienti per giungere a conclusioni sulla fonte e le modalità di trasmissione del coronavirus, ma ha sollecitato la vigilanza per quanto riguarda questa infezione respiratoria grave.  Sta lavorando con esperti dei Paesi nei quali si sono verificati i casi per mettere in atto sistemi di vigilanza. Una epidemia di SARS ha ucciso più di 800 persone in Cina nel 2003, innescando un allarme sanitario in tutto il mondo. Il nuovo virus, tuttavia, è diverso dalla SARS, soprattutto perché provoca una rapida insufficienza renale.

Via