Pressione sanguigna alta nei bambini

Pressione sanguigna alta nei bambini



Uno studio eseguito presso la Indiana University School of Medicine suggerisce che una pressione sanguigna alta durante l’infanzia arriva a triplicare il rischio di sviluppare l’alta pressione da grandi. Il 18% degli adulti con ipertensione coinvolti nella ricerca ha avuto episodi di alta pressione da bambino; l’8,9% non ha avuto questo problema. “Questo studio mette in evidenza la necessità per i pediatri di controllare periodicamente anche la pressione sanguigna, oltre al peso” – ha detto in una dichiarazione Wanzhu Tu, professore di biostatistica presso l’Università – “Un aumento occasionale della pressione sanguigna non giustifica un trattamento, ma invita a seguire il bambino con più attenzione su questo fronte”. È noto a tutti che l’ipertensione è un rischio per le malattie di cuore, l’infarto e l’ictus. Lo studio, presentato nel corso della American Heart Association High Blood Pressure Research Scientific Sessions di quest’anno si basa sui dati provenienti da 1.117 adolescenti di Indianapolis che sono stati seguiti per 27 anni. Tutti i partecipanti hanno avuto la loro pressione sanguigna controllata periodicamente nel corso di visite mediche ambulatoriali o semplicemente dall’infermiere della scuola. Al termine degli studi, divenuti adulti, 119 di questi aveva già la pressione alta. I ricercatori hanno anche confermato il legame tra sovrappeso e pressione alta in età adulta, rilevando che il 59% degli adulti ipertesi erano in sovrappeso anche da bambini. I nuovi risultati sono particolarmente importanti considerando che la pressione alta è in costante aumento tra i bambini americani. Un recente studio della rivista Hypertension ha dimostrato che tra il 1999 e il 2008 il 19,2% dei bambini dai 8 ai 17 anni aveva la pressione alta, mentre nei 5 anni precedenti il tasso era stato del 15,8%.

Via