Pressione alta e consumo di patate

Pressione alta e consumo di patate



Mangiare patate più volte la settimana può aumentare il rischio di pressione alta, secondo un recente studio pubblicato su BMJ (British Medical Journal). I ricercatori hanno studiato i risultati dei test di 187.453 persone, uomini e donne, seguiti per oltre 25 anni. I volontari venivano contattati ogni due anni per compilare dei test relativi a salute in generale e dieta alimentare. Oltre all’andamento dell’indice di massa corporeo nel corso degli anni, all’attività fisica svolta, al consumo di alcool e sigarette, hanno scoperto una curiosa relazione tra il consumo di patate e l’aumento dei valori della pressione sanguigna. Mangiare una patata lessa quattro volte a settimana aumenterebbe il rischio di ipertensione dell’11%, ma mangiando patate fritte il rischio aumenta al 17%. Il risultato non sembra cambiare in base all’uso o meno di sale e condimenti.

pressione sanguigna

Questo perché le patate causano un rapido aumento dei livelli di glucosio nel sangue, che si associa a problemi per le vene e ad infiammazioni varie. Tutti questi fattori possono, quindi, contribuire all’ipertensione. Nessuno sa ancora con precisione quale sia la dieta perfetta per il nostro corpo, ma questo tipo di ricerche permette perlomeno di capire “cosa fa” cosa. È quindi importante per tutti proseguire su questa strada.