Pneumatici riciclati

Pneumatici riciclati



Ecco sicuramente un modo intelligente di recuperare pneumatici usati: in Kenya hanno pensato di prolungarne la vita trasformandoli in calzature. Preparano a mano queste calzature che vendono a pochi dollari ma che durano 10 volte di più di quelle normali. Con delle fustelle ritagliano la suola dal battistrada del pneumatico e su questa applicano il sottopiede e le fasce di contenimento. Questi sandali vengono chiamati “Akala”. In verità, il sistema è utilizzato da quando hanno inventato il pneumatico. Anche da noi, una volta, si usava applicare il battistrada dei copertoni di bicicletta sotto agli zoccoli per preservare il legno dall’usura. Un parroco di Detroit, invece, sta utilizzando questa tecnica per impiegare una dozzina di persone a produrre sandali usando i vecchi penumatici. Con l’aiuto di collaborati architetti e stilisti, mettono sul mercato delle calzature al prezzo di 25 dollari che sono anche belle da vedere. Un imprenditore di Mumbai (India) utilizza pneumatici ed altro materiale di scarto per assemblare articoli di arredo. Una società svedese sta utilizzando pneumatici macinati che, mescolati con plastica riciclata, diventano materiale per pavimentazioni durevoli e moderne. La Bridgestone ed altre grandi aziende produttrici di pneumatici stanno cercando di sviluppare un prodotto riciclabile, in modo da rimettere in circolo i pneumatici usati. Ma non è il caso di fare incetta di “Akala”, perché di copertoni usati ce ne sono a miliardi in giro per il mondo (si stimano 1,5 miliardi di scarti l’anno) e questo tipo di “risorsa” purtroppo non scomparirà nel breve…

Via