Piccole fate?

Piccole fate?



Il professor John Hyatt scatta regolarmente fotografie nella regione di Lancashire (UK) dove abita. Artista e musicista, John è stato Direttore del Dipartimento di Belle Arti presso la Manchester Metropolitan University dal 1991 al 2002. Ingrandendo alcune foto fatte al tramonto, notò la presenza di piccoli esseri umanoidi che ha identificato come possibili fate. Ha inviato le foto a dei giornali ed il fatto è stato così conosciuto, anche se in Inghilterra si sono già verificati diversi casi del genere. Ha colto l’occasione per esporle anche alla Whitaker Gallery di Rossendale. L’entusiasmo generato ha portato alcune persone a dimostrare la loro credenza nell’esistenza delle fate inviando a John altri scatti fotografici per testimoniare che le fate sono una realtà. Ha inoltre ricevuto molti messaggi di sostegno. Ovviamente ci sono state anche tante voci scettiche contro le quale Hyatt si è difeso dicendo: “La gente decida da sola di cosa si tratti. Il messaggio per le persone è che bisogna avvicinarsi all’argomento con uno spirito più aperto. Penso si tratti di uno di quei casi in cui bisogna “credere per vedere”. Sono molte le persone che le hanno viste e dicono che questa opportunità ha portato un po’ di “magia” nella loro vita, una cosa che manca in questo momento”. Nonostante le parole di John Hyatt, la maggior parte dei media e del pubblico concordano sul fatto che non si tratta di fatine ma di insetti. Secondo l’entomologa Erica McLaughlin, è probabile si tratti di  piccoli insetti dell’ordine dei Ditteri che vivono in zone umide. Lo stesso John non si esprime unilateralmente, ma ribadisce che le foto non le ha fatte apposta. Continueremo sull’argomento.

Via