Perché quando piangiamo ci cola il naso

Perché quando piangiamo ci cola il naso



Ogni minuto generiamo 1 – 2 microlitri di lacrime, che sono una miscela di olio, muco e acqua che vengono generati da alcune ghiandole poste attorno agli occhi. Le lacrime sono indispensabili per mantenere lubricata la superficie del bulbo oculare. Quando si sbattono le palpebre, queste funzionano come dei tergicristalli che spingono il liquido lacrimale dentro due piccole sacche attraverso dei fori chiamati puncta. Ma sbattendo le palpebre vengono anche a loro volta schiacciate queste sacche piene di lacrime, le quali rilasciano il liquido nella part posteriore del naso e nella gola. Queste operazioni avvengono tutto il giorno, anche se non ce ne accorgiamo o non ci facciamo caso. Se l’occhio si irrita o ci viene da piangere, la produzione di lacrime aumenta subito irrorando abbondantemente la superficie del bulbo oculare. “Ogni occhio può sopportare non più di 7 microlitri di lacrime – dice Penny Asbell, un oculista presso il Mount Sinai Medical Center di New York City – Quando questa soglia viene superata, le lacrime fuoriescono dagli occhi e inondano le guance. Queste lacrime in eccesso possono anche inondare i condotti di scarico che passano dal naso, facendolo così colare”. www.popsci.com