Passione e colore: Elio Gaspari

Passione e colore: Elio Gaspari



Lo abbiamo incontrato nel suo studio. Predilige dipingere papaveri, topinambur, fiori poveri della campagna veronese. Questi fiori vivono in grandi spazi e all’artista piace immedesimarsi in essi. Quando non può dipingere immerso nella natura, si porta i soggetti in studio e dà sfogo ai colori ed agli spazi.

Elio Gaspari si è diplomato all’Accademia Cignaroli di Verona e nella sua lunga carriera di artista ha partecipato a numerosi concorsi nazionali, mostre collettive e innumerevoli personali.

Con la sua pregevole tecnica, usando esclusivamente la spatola, riesce ad alleggerire il soggetto facendo trasparire il fondo della tela e creando degli impalpabili passaggi d’aria fra la tela e le immagini dipinte.

Forse i singoli dettagli non dicono molto, ma l’insieme è sempre un’opera importante che rallegra qualsiasi ambiente con i suoi colori forti ed i tocchi decisi. Nel suo studio campeggia un motto da lui scritto sulla parete: “Elio, ricordati: sintesi!”, e sintesi è il risultato di ogni sua opera.

Suoi lavori si trovano in numerose collezioni private in Italia ed all’estero. Guardando i suoi quadri senza la fretta che contraddistingue la vita odierna, si ha l’impressione che i soggetti si moltiplichino aumentando le creazioni; dietro ad un fiore o ad uno stelo intravvedi dell’altro e poi dell’altro ancora…

“La serenità – dice l’artista – è quanto vorrei trasferire con i miei quadri; guardando uno di essi può accadere di ritrovarsi, piccoli, piccoli all’interno del dipinto e guardare la natura intorno con devoto rispetto”. Dipingere è una vera passione e quando si sente ispirato, la sua spatola si muove veloce sulla tela e crea ogni volta un capolavoro di colori ed emozioni. Quando deciderà di appendere al chiodo la sua spatola, è probabile che in molti si morderanno le mani per non essersi assicurata una sua opera.

Per contattare l’artista clicca qui.