Paracetamolo e mal di schiena

Paracetamolo e mal di schiena



Circa due terzi degli adulti soffre di mal di schiena ad un certo punto della loro vita e alla maggior parte di loro viene consigliato di prendere del paracetamolo (acetaminofene). Le linee guida mediche di tutto il mondo propongono infatti paracetamolo come primo trattamento. Ma non è mai stata fatta molta ricerca per sostenere questa linea ed ora, a seguito di una recente ricerca, sembra che il paracetamolo non faccia molto di più di un placebo. Autore principale di questa ricerca, pubblicata mercoledì su The Lancet,  è il dottor Christopher M. Williams, ricercatore presso il George Institute for Global Health di Sydney. Con l’aiuto di colleghi, ha diviso 1.643 persone, sofferenti di lombalgia acuta, in tre gruppi. Alle persone del primo gruppo sono state consegnate due scatole: una scatola “normale” contenente compresse da 500 milligrammi di paracetamolo ed una scatola “al bisogno” sempre contenente paracetamolo. Il secondo gruppo ha ricevuto una scatola regolare di paracetamolo e una scatola “al bisogno” contenente un placebo. Il terzo gruppo ha ricevuto solo due scatole di placebo. Tutti i partecipanti hanno detto di aver preso sei compresse ogni giorno dalla scatola normale e fino a due compresse al giorno dalla scatola “al bisogno” per alleviare il dolore. Lo studio, durato tre mesi, non ha trovato differenze tra i gruppi in termini di dolore, disabilità, cambiamenti dei sintomi, sonno o qualità della vita. Circa tre quarti dei pazienti si sono detti soddisfatti del trattamento sia che avessero assunto paracetamolo, placebo o entrambi. Il dottor Bart W. Koes, che ha scritto un articolo che accompagna il documento, ha detto che anche se lo studio è stato approfondito e metodologicamente corretto, non è necessariamente detta l’ultima parola sull’argomento. “Il fatto che non sia più efficace di un placebo non significa che non funzioni su determinati pazienti”, ha scritto il dottor Koes, professore di medicina generale presso l’Erasmus University Medical Center di Rotterdam (Olanda). Il Dott. Williams ha detto che il paracetamolo è stato dimostrato essere efficace contro mal di testa, mal di denti e dolori dopo un intervento chirurgico, ma il meccanismo che innesca il mal di schiena è diverso e poco conosciuto. I medici, ha detto, non dovrebbero raccomandare inizialmente paracetamolo ai pazienti con lombalgia acuta. “Ma – ha aggiunto – se i pazienti che già lo assumono sentono di averne un beneficio, allora non sarebbe saggio dire loro di smettere.”

Via