Pancreas artificiale

Pancreas artificiale



Il diabete sta raggiungendo proporzioni epidemiche in tutto il mondo. Il tipo 1 non ha attualmente né prevenzione né cura. I malati semplicemente non producono insulina, l’ormone secreto dal pancreas per elaborare glucosio nel corpo, ed i pazienti sono costretti più volte al giorno a monitorare i livelli di zucchero nel sangue e ad iniettarsi insulina sintetica. La Food and Drug Administration (FDA) ha dato recentemente la sua prima approvazione ad un pancreas artificiale che potrebbe cambiare la vita ai pazienti. Il dispositivo, realizzato dalla Medtronics di Minneapolis, si basa su un algoritmo, per sincronizzare i risultati della lettura continua dei livelli di glucosio del paziente, abbinato ad una pompa che inietta nel corpo la quantità adeguata di insulina. Attualmente le due operazioni sono possibili ma non sono collegate e automatiche. “Questo è un passo significativo per arrivare al pancreas artificiale”, ha detto Jenny Haliski, addetto stampa della FDA. Il “pancreas artificiale” della Medtronics sembra più simile ad un cerca persone; si aggancia alla cintura ed il sensore è inserito sottopelle al paziente. Se i valori raggiungono parametri pericolosi, con pericolo di coma, il dispositivo avverte il paziente. Se questi non interviene, spegne automaticamente il funzionamento per due ore. La Medtronic dice che il dispositivo, denominato MiniMed 530G, sarà disponibile dalle prossime settimane. L’azienda spera che il suo prossimo modello sarà un “pancreas artificiale completamente automatizzato” che non richieda quasi nessuna azione da parte d chi lo indossa.

Via