Nuovo vaccino contro il Pakinson sotto test in Austria

Nuovo vaccino contro il Pakinson sotto test in Austria



La Società austriaca AFFiRiS A.G. di Vienna ha comunicato di aver iniziato, alcuni giorni fa, il primo test clinico riguardo ad un nuovo vaccino per il trattamento del morbo di Parkinson. Il test, che vede coinvolti 32 pazienti, dovrà verificare sicurezza e tollerabilità del nuovo vaccino denominato PD01A. Il morbo di Parkinson è il risultato del deposito, nel cervello, di forme patologiche di una proteina chiamata alfa-sinucleina che provoca la morte delle cellule, in particolare nella regione nota come substantia nigra. L’accumulo di alfa-sinucleina interrompe la produzione di dopamina, un neurotrasmettitore del cervello, alterando i movimenti e causando tremori. Moltissime note personalità hanno, o hanno avuto a che fare, con questa malattia. Si pensa che riducendo la concentrazione della proteina si possa ottenere un effeto benefico sulla malattia. Il vaccino PD01A avrebbe lo scopo di stimolare la produzione di anticorpi contro la alfa-sinucleina senza influenzare le proteine strettamente correlate. Si stima che circa 4 milioni di persone nel mondo occidentale siano affette da Parkinson e questo numero è destinato ad aumentare fino a 9 milioni entro il 2030. Le cure attuali vertono sullo stimolare la produzione di dopamina o sul cercare di aumentare la sensibilità delle cellule cerebrali alla dopamina, ma nessun trattamento si sarebbe ancora concentrato sulle cause che fanno emergere la malattia. La sperimentazione in corso è parzialmente finanziata, per 1,5 milioni di dollari, dalla Fondazione Michael J. Fox. L’attore, noto al pubblico principalmente per l’interpretazione di Marty McFly nella trilogia di Ritorno al futuro, è stato colpito nel 1991 da una grave forma di Parkinson giovanile che lo ha costretto al ritiro quasi completo dalle scene nel 2000. Ha istituito la Fondazione che porta il suo nome per aiutare la scienza a scoprire un vaccino contro la malattia.

Via