Nuovo sistema di controllo delle protesi meccaniche

Nuovo sistema di controllo delle protesi meccaniche



L’applicazione clinica della tecnologia robotica per azionare protesi di ginocchia e caviglie è limitata dalla mancanza di un sicuro elemento di comando e controllo. Si è scoperto che l’uso dei segnali elettromiografici (EMG), provenienti dai nervi del paziente alloggiati nel residuo della parte amputata, migliorano il controllo delle protesi meccaniche. I segnali EMG sono stati decodificati con un algoritmo di riconoscimento e combinati con i dati provenienti dai sensori inseriti nella protesi per interpretare i movimenti richiesti dal paziente. Il risultato è un più sicuro e robusto sistema di comando e controllo della protesi da parte del portatore che consente movimenti continui e coordinati sia su pavimento, che su gradini, che in salita, che nella possibilità di riposizionare l’arto quando il paziente è seduto.

Via