Nuova isola emerge dal fondo del Mar Rosso

Nuova isola emerge dal fondo del Mar Rosso



Una nuova isola si è formata nel Mar Rosso ed ha tutta l’intenzione di restarci. È successo a metà dicembre 2011 e si pensava che, come succede spesso, sarebbe in breve scomparsa sciolta dalle acque. Invece è ancora lì e, dicono gli scienziati, la massa di lava in uscita dal cratere sotterraneo è stata maggiore di quella che poteva erodere la marea e si è ben solidificata. La nuova isola, alta più di 600 metri, ha una base di 700 metri ed un’area di 75 ettari. È nata a settentrione delle isole Zubayr, un gruppo di 10 isole e banchi corallini al largo delle coste dello Yemen che si ritiene siano nate da eruzioni vulcaniche preistoriche. Secondo la NASA, “Le passate eruzioni nelle isole Zubayr erano principalmente effusive, con sottili colate di lava. Nel caso di questa nuova isoletta, è stata espulsa una grande quantità di roccia fusa che si è solidificata al contatto con l’acqua, creando un materiale compatto e resistente. Quasi certamente è destinata a restare”. Questi eventi non sono così rari, comunque. In Europa, recentemente, abbiamo visto comparire un’isola a sud dell’Islanda. La bocca vulcanica che la formò era a 130 metri sotto il livello del mare e raggiunse la superficie il 14 novembre 1963. Il fenomeno durò fino al 5 giugno 1967, quando l’isola raggiunse un’estensione pari a 2,7 km². Ora è un’area naturale protetta ed accoglie numerose colonie di uccelli ed animali marini.

 

Via