Nuova classe di farmaci contro il colesterolo

Nuova classe di farmaci contro il colesterolo



Le persone col colesterolo alto, ma che non rispondono alle statine, potrebbero avere un’alternativa, secondo una recente ricerca. Uno studio pubblicato oggi su The Lancet ha rilevato che i volontari inglesi e americani per una recente ricerca hanno visto il loro colesterolo LDL ridursi fino al 57% assumendo ALN-PCS. Questo farmaco agisce bloccando la produzione di una proteina chiamata PCSK9 da parte del nostro corpo e questo aiuta a ridurre il colesterolo. “Le persone con colesterolo molto alto sono esposte al rischio di un attacco di cuore e questo nuovo farmaco potrebbe offrire una nuova speranza a coloro che sono resistenti alle statine”, ha detto Peter Weissberg, direttore medico della British Heart Foundation (Fondazione britannica per il cuore). Robert Cramb, capo del consiglio di amministrazione della Heart UK, ha detto che il farmaco risulta efficace nel ridurre il colesterolo cattivo ma, come la maggior parte dei farmaci, ha i suoi effetti collaterali. Attualmente, sette milioni di inglesi assumono statine per ridurre il loro colesterolo, ma c’è un numero imprecisato di persone per le quali le statine sono ininfluenti. Il dottor Kevin Fitzgerald della società farmaceutica Alnylam Pharmaceuticals, che ha condotto la ricerca, si augura che presto queste persone possano beneficiare della nuova terapia ALN-PCS, nota come interferenza terapeutica dell’RNA. “Se sviluppata con successo, questa classe di farmaci potrebbe essere un’alternativa per quel 20% di persone che sono resistenti alle statine, oppure essere affiancata alle statine per migliorarne l’effetto in coloro che già le assumono”, ha detto.

Via