Isola di Pasqua: non solo teste!

Isola di Pasqua: non solo teste!



I Moai dell’Isola di Pasqua: mi sono sempre chiesto, ingenuamente, come facessero quei megaliti a rimanere in precario equilibrio per tanti secoli. Teste che sembrano lì lì per cadere ma che invece resistono  a venti e bufere del Pacifico senza fare una piega. Certo, ci sono statue messe in bella mostra per i turisti che raffigurano figure intere, ma ritenevo che quelle che affiorano in giro per l’isola fossero solo teste. Invece pare non sia così. Sono rimasto di stucco vedendo le fotografie proposte qui sotto che mostrano gli scavi eseguiti attorno alle “teste” e danno un’idea della loro dimensione. Hanno anche loro tanto di corpo, ben conservato perché protetto dalle intemperie. Mi chiedo quanto tempo abbiano impiegato gli indigeni dell’isola per scolpire quella marea di figure antropomorfe, i Moai appunto, visto che non potevano contare su scalpelli pneumatici. Ma ora, godetevi la sorpresa di questi scavi.

Via