Nel respiro una spia del tumore

Nel respiro una spia del tumore



Un semplice test del respiro, come sembra dimostrare una nuova ricerca, può aiutare a prevedere se le persone con problemi intestinali siano ad alto rischio di sviluppare il cancro allo stomaco. Gli esperti dicono ora che, coinvolgendo un grande numero di persone nella ricerca, si potrebbero individuare i pazienti sul punto di sviluppare un cancro in modo che possano essere trattati in anticipo. I risultati della ricerca sono apparsi sulla rivista Gut. Nella maggior parte dei Paesi occidentali, questo tipo di tumore viene diagnosticato tardi perché i sintomi sono spesso scambiati per altre patologie. Questo incide sulle probabilità di sopravvivenza ed una diagnosi precoce, ovviamente, significa maggiori possibilità di decorso positivo. Questo tipo di test è già stato applicato in precedenza in Israele, in Lettonia e in Cina. Si basa sul principio che nel respiro delle persone malate, o in procinto di ammalarsi, possa essere presente qualche marcatore non presente in quelle sane. I ricercatori inglesi hanno studiato il respiro di 145 pazienti, 30 dei quali già noti per avere il tumore allo stomaco. In varie prove e in vari scenari sono stati rilevato dati che iniziano a delineare i limiti oltre ai quali si può configurare un pericolo. Il test risulta già abbastanza bravo nel rilevare i tumori in atto e ha dato qualche indicazione su pazienti che presentano caratteristiche assimilabili ad un possibile prossimo tumore. Ovviamente non è ancora accurato e dovranno essere fatti molti test, ma la strada sembra quella giusta. Il metodo è indolore, il che non guasta, e la ricerca sta coinvolgendo migliaia di pazienti europei. Presto si dovrebbe centrare il test in modo che sia abbastanza preciso da essere utilizzato su larga scala.

 

 

Categorie Salute