Navi fantasma nei mari del Giappone?

Navi fantasma nei mari del Giappone?



Una grande preoccupazione circonda le 11 navi ritrovate ultimamente nelle acque giapponesi, tutte senza equipaggio ma con cadaveri e scheletri a bordo. Tutto è iniziato un mese fa, col ritrovamento di 4 imbarcazioni nello specchio di mare tra il Giappone e la costa russo/coreana. All’interno c’erano una ventina di scheletri. Pochi giorni dopo altre 7 imbarcazioni. L’ultima in ordine di tempo è stata trainata nel porto giapponese di Fukui ed a bordo sono stati ritrovati 7 cadaveri (foto sotto).

La gente di mare, si sa, è abituata a sentire storie di navi fantasma. Famosa quella della Mary Celeste ritrovata nell’Oceano Atlantico nel 1872 con tutto il carico e le provviste alimentari sufficienti per sei mesi di navigazione, ma senza passeggeri né equipaggio. Dopo l’affondamento del Valencia al largo di Vancouver nel 1906, costato la vita a 100 persone, numerosi testimoni hanno detto di aver visto scialuppe di salvataggio con a bordo degli scheletri che remavano…

Lo tsunami del 2011 ha prodotto l’ennesima nave fantasma, la giapponese Ryou-Un Maru, dispersa in mare e poi riapparsa lungo le coste dell’Alaska ed affondata dalla Guardia Costiera. Ma non dovrebbe essere un grande mistero quello delle ultime imbarcazioni ritrovate nei mari giapponesi. Molto probabilmente si tratta di pescherecci nord-coreani utilizzati da profughi per fuggire da quel Paese e che sono rimasti vittime di naufragi. Negli ultimi due anni la Guardia Costiera giapponese ne ha ritrovati ben 175.

nave fantasma 2