Misteriose esplosioni elettriche prima di un cedimento strutturale

Misteriose esplosioni elettriche prima di un cedimento strutturale



Inspiegabili lampi di energia elettrica fuoriescono dai materiali prima del loro collasso. Con una migliore comprensione del fenomeno si potrebbero prevedere terremoti, crolli di ponti in calcestruzzo, rottura di componenti ceramici di motori, di pale di turbine ecc. Il dottor Troy Shinbrot e colleghi della Rutgers University di Piscataway, nel New Jersey, hanno scoperto i lampi studiando piccole valanghe create in laboratorio da vortici di polveri, come la farina, in cilindri girevoli. Cariche elettriche di oltre 500 volt sono state rilevate fino a 4-5 secondi prima che si verificasse il distacco della massa di polveri. Il team ha scoperto che i flash elettrici provenivano da piccoli difetti nel compattamento della polvere o forse questa fuoriuscita di corrente elettrica produce la spaccatura nella massa di polvere. É noto da tempo che i terremoti e le rotture di grosse strutture in cemento rilasciano segnali elettrici, ma la scoperta recente dimostra che che la corrente è attivata da difetti strutturali che provocano il cedimento. Lo stesso effetto è riscontrabile durante la mescola di polveri farmaceutiche per la produzione di medicinali. É escluso che si tratti di elettricità statica, di produzione elettrica per via chimica o effetti della pressione di lavoro. Potrebbe essere prodotto dal venir meno della coesione molecolare al momento di una rottura, per cui gli elettroni interessati vengono liberati in quantità tale da rendersi visibili. Anche in questo campo ancora molta strada resta da fare.

Via