Miniere sugli asteroidi

Miniere sugli asteroidi



Siamo a corto di materie prime sulla Terra? Nessun problema: lo spazio è pieno di minerali. La Deep Space Industries sembra intenzionata ad inviare una flotta di veicoli spaziali per andare a caccia di risorse fra gli asteroidi. L’intento è di approntare diversi veicoli, chiamati dalla ditta “Fireflies” (lucciole), usando componenti a basso costo e, approfittando dei periodici lanci di satelliti per le comunicazioni, ancorare le Fireflies ai vettori. Il suo peso, infatti, sarebbe attorno ai 25 chilogrammi. Si prevede il loro primo invio per il 2015 ed il viaggio durerà dai 2 ai 6 mesi. Dopo questi mezzi in avanscoperta, la Deep Space Industries invierebbe un veicolo più grande chiamato “Libellula”, il quale provvederà a riportare 70/80 kg di campioni dopo un viaggio di qualche anno. Ogni anno vengono scoperti 900 nuovi asteroidi che passano vicino alla Terra; potrebbero diventare un’occasione d’oro per reperire minerali rari e preziosi. Ma non è la sola Società ad aver puntato gli occhi sugli asteroidi. La Planetary Resources, in cui compaiono investitori miliardari tra cui alcuni grossi personaggi di Google ed il regista James Cameron, intende iniziare col lancio di telescopi orbitanti per individuare gli asteroidi appetibili. Ma, stando ai costi odierni, gli scienziati sono scettici sulla convenienza dell’operazione, anche se fossero rinvenute grandi quantità di oro e platino. Secondo alcuni, una missione per riportare 2 sole once (60 grammi) di materiale da un asteroide costerebbe oggi circa 1 miliardo di dollari!

Via