Mini elicotteri da ricognizione

Mini elicotteri da ricognizione



I droni sono diventati un aiuto prezioso per qualsiasi forza militare negli ultimi tempi, sia per il combattimento che per la sorveglianza. Ma non bisogna pensare solo ai grandi droni che sfrecciano a mille all’ora, ma anche a piccolissimi esemplari atti ad effettuare brevi ricognizioni e controllati con un semplice palmare da un soldato. È quello che succede alle forze armate britanniche in Afghanistan. Il piccolo elicottero è grande 10 cm x 2,5 e pesa solo 16 grammi. Viene comandato da un palmare ed ha una autonomia di mezzora volando a circa 35 km/h. Un vero gioiellino che può girare lentamente qua e là senza essere visto e riportare le immagini di persone e cose nascoste alla vista. È in grado di trasmettere video e immagini fisse da una distanza massima di 800 metri. Gli handheld Black Hornet Nano drones in dotazione agli inglesi pur essendo così piccoli e leggeri sono in grado di resistere in condizioni difficili e vento forte. L’operatore può dirigerlo direttamente oppure dargli delle coordinate GPS di viaggio per un’escursione in autonomia. I militari riferiscono che si sta rivelando un prezioso aiuto nell’individuare cecchini e trappole esplosive. Il Ministero della difesa inglese dice che è solo il primo di una serie di gadget innovativi che verranno utilizzati nei prossimi anni sui campi di battaglia.

Via