Mimetizzarsi contro i leoni? No, contro i tafani!

Mimetizzarsi contro i leoni? No, contro i tafani!



Gli scienziati stanno rivedendo il motivo delle vistose strisce bianche e nere che rivestono il mantello delle zebre. Grazie alla sua particolare livrea, la zebra è l’animale più conosciuto al mondo ma il perché di questa scelta di colori è un argomento dibattuto da tanto tempo. Le variazioni di colore e motivi sui mantelli degli animali servono per mimetizzarsi nell’ambiente e sfuggire ai predatori, ma queste strisce sono così evidenti ed il colore nero così fuori luogo nella savana che scienziati canadesi hanno cercato di vederci una ragione. Sono partiti dal fatto che, mentre le strisce bianche e nere possono aiutare le zebre a mimetizzarsi in certi ambienti agli occhi degli uomini, gli animali non vedono come vediamo noi. Hanno fatto degli esperimenti utilizzando strisce bianche e nere per vedere la capacità di mimetizzazione verso i felini. Ma i risultati sono stati decisamente trascurabili. Da cosa si vogliono proteggere allora le zebre? Sembrerebbe che le strisce siano un meccanismo di difesa destinato a dissuadere i fastidiosissimi tafani (mosche cavalline) che passano la giornata a pungere gli animali e divenendo per tutti loro un grave motivo di stress.

tafano