Menopausa e T.O.S.

Menopausa e T.O.S.



Un recente studio del Gruppo internazionale Cochrane, che ha coinvolto 40.000 donne, ha evidenziato che c’è una piccola possibilità di aumento del rischio di coaguli nel sangue e forse ictus per le donne che seguono una Terapia Ormonale Sostitutiva-TOS (HRT in inglese). Mentre queste pastiglie danno sollievo circa i sintomi della menopausa e una certa protezione per il cuore, bisognerebbe conoscere meglio le eventuali controindicazioni. Le donne con dubbi al riguardo dovrebbero parlare col loro ginecologo di fiducia. Nel corso degli anni si è parlato spesso contro i rischi della TOS, collegandola al cancro del seno, delle ovaie ed a coaguli nel sangue. Certo è che danno sollievo per molti sintomi spiacevoli, come le vampate di calore. Nel Regno Unito ci sono almeno un milione di donne che seguono una terapia TOS attraverso pillole, gel o cerotti. Lo studio della Cochrane, che non vuol dire l’ultima parola sulle HRT, ha interessato solo donne che assumono pillole. Il capo ricercatore, dottor Henry Boardman, ha detto che i risultati necessitano di un attento esame. “Questo è un complesso problema di salute, per cui lo stesso trattamento offre vantaggi ad alcune donne ma ne danneggia altre”. Le medicine, del resto, risultano spesso coperte corte. Il rischio di ictus e coaguli di sangue è comunque elencato nelle informazioni sul prodotto. Gli esperti consigliano alle donne in terapia TOS di eseguire un regolare controllo annuale e vedere se è il caso di continuare o meno. Janice Rymer, professoressa di ginecologia, portavoce del Royal College degli ostetrici e ginecologi e membro della British Menopause Society, ha detto che le donne non dovrebbero essere spaventate nel cercare aiuto contro i sintomi della menopausa. “Se si è molto in sovrappeso e vi sono problemi di coagulazione in famiglia, è forse il caso di non intraprendere una TOS. Ma sappiamo che i rischi sono bassi”.