McDonald vegetariano in India

McDonald vegetariano in India



Nell’intento di assecondare la coltura locale, McDonald sta per aprire i primi due ristoranti con un menù completamente vegetariano. La notizia è uscita sul Financial Times di martedì scorso. Per inaugurare questo nuovo corso, la McDonald ha scelto di aprire in due famose città sacre: Amristar, dove c’è il Tempio d’oro, città sacra per i Sikh e Katra, luogo di pellegrinaggio sacro agli Indù e dedicata al dio Vishnu. E così la clientela è accontentata, perchè le popolazioni di quelle due regioni sono quasi esclusivamente vegetariane. É risaputo, infatti, che gli indiani considerano “sacro” il bestiame. Agli Indù (80% della popolazione) ed ai Sikh (2%) è vietato mangiare carne di manzo. Ai mussulmani (13%), che rappresentano la seconda religione dell’India, è vietata la carne di maiale. In tutti i Paesi in cui è presente, McDonald cerca di proporre qualcosa di tipico, come il McBaguette in Francia. In India, dove è presente dal 1996, non ha mai proposto hamburger a base di carne di manzo. E se i sandwichs con carne di agnello hanno fatto fatica ad entrare nelle abitudini, il Maharaja Mac, la versione con carne di pollo, è riuscita a totalizzare quasi un quarto delle vendite del mercato indiano. Quanto ai vegetariani, già venivano proposti tre tipi di sandwichs per i non consumatori di carni. Con questo approccio, il gigante del fast food, che ha “solo” 271 punti vendita nell’emisfero sud, conta di raddoppiarli in tre anni.

Via