Massiccia eruzione solare

Massiccia eruzione solare



Massiccia eruzione solare il 26 ottobre, la sesta dal 19 ottobre, proveniente sempre dalla stessa macchia solare denominata AR 12192. Misura 129.000 km, corrispondenti a 10 volte il diametro della nostra Terra. È la più grande macchia solare riscontrata dal 1990. Ci sono pericoli per noi? La nostra atmosfera ci protegge da gran parte dei disturbi provenienti dallo spazio, ma queste mega eruzioni possono disturbare le comunicazioni radio e GPS. La US National Oceanic and Atmospheric Administration’s Space Weather Prediction Centre ha detto che i problemi di comunicazione radio hanno riguardato tutto l’Oceano Atlantico, il Sud America e l’Africa occidentale. Lunedì scorso c’è stato, in alcune aree, un blackout radio durato circa un’ora. Lika Guhathakurta, astrofisico della NASA, dice che questi fenomeni non sono inattesi. “Abbiamo appena passato il ciclo degli 11 anni,” dice riferendosi al ciclo di attività solare. “Proprio quando termina questo ciclo accadono le maggiori eruzioni solari”. Ma questa macchia solare è però insolita, in quanto non ha prodotto espulsione di massa coronale e relativo lancio di miliardi di tonnellate di materiale solare nello spazio aperto. Queste particelle interagiscono con l’atmosfera terrestre causando le famose aurore boreali, ma in questo caso non è accaduto. A questo gli scienziato non sanno ancora dare una risposta precisa. Potrebbe darsi che queste espulsioni avvengano quando la Terra si troverà al lato opposto rispetto alla macchia AR 12192; in questo caso ce la saremmo cavata a buon mercato. La NASA ha ora un nuovo satellite artificiale che seguirà esclusivamente l’evoluzione della macchia solare, sia quando è visibile dalla Terra sia quando sarà sul lato nascosto. “Stiamo tutti guardando la macchia solare a bocca aperta”, dice Guhathakurta. http://www.newscientist.com/article/dn26464-massive-flares-erupt-from-largest-sunspot-in-25-years.html#.VE_F34stCM8