Lunga vita

Lunga vita



Le donne giapponesi sono quelle che godono di una maggiore aspettativa di vita. Anzi, lo erano. Per la prima volta dopo 25 anni le donne giapponesi stanno lasciando il primato alle colleghe di Hong Kong. L’aspettativa di vita per le ragazze dagli occhi a mandorla, che fino allo scorso anno era di 86,3 anni, quest’anno è scesa a 85,9. Questo dato è un piccolo terremoto per le giapponesi. La storia insegna che l’accorciamento dell’aspettativa di vita è dovuto in genere a calamità naturali, guerre, pandemie e così via. É il nostro ambiente, il nostro stile di vita, i nostri geni o la combinazione di tutto ciò che predispone alla longevità? Recentemente anche l’aspettativa negli USA è calata. Uno dei motivi sembra essere l’impatto a lungo termine portato dal vizio del fumo. Un’altra causa può essere la politica di assistenza sanitaria: si tende a curare le malattie piuttosto che prevenirle e questo mette dei paletti alla longevità. Un altro impedimento è il sovrappeso e l’aumento dei livelli di BMI (indice di massa corporea) che creano problemi sia in Giappone che in America (pure da noi). Anche la salute mentale ha impatto sulla longevità. Quando questo aspetto è poco curato si nota un aumento nel numero di suicidi. I ricercatori ritengono che non più del 20-30% della nostra vita sia determinata dai nostri geni; il resto dipende dalle nostre abitudini e stile di vita. Non potendo cambiare i nostri geni, possiamo agire sul nostro ambiente e le nostre abitudini. Perciò, se speriamo in una vita lunga dobbiamo fare tutto quanto è in nostro potere per raggiungere questo obiettivo.