L’iceberg che ha affondato il Titanic

L’iceberg che ha affondato il Titanic



Un professore universitario ha rivelato nuovi dettagli sull’iceberg che affondò il Titanic nel 1912. L’affondamento del Titanic è uno dei disastri più noti della storia, ma poco si sa sull’iceberg che lo ha affondato. Secondo una recente ricerca del prof. Grant Bigg dell’Università di Sheffield, al momento dell’impatto l’iceberg misurava circa 140 metri di lunghezza e pesava 1,5 milioni di tonnellate. In origine era un gigante da 75 milioni di tonnellate con una lunghezza di 600 metri, formato dalla neve caduta più di 100.000 anni fa. Dopo aver lasciato la costa, il grosso lastrone di ghiaccio deve essersi sciolto per diversi mesi prima di inserirsi nella corrente marina che lo ha portato a scontrarsi col Titanic. Non è stato così difficile, dice il professore, risalire a questi dati con l’ausilio degli odierni computer in grado di elaborare dati metereologici, correnti marine, direzione dei venti e quant’altro possa interessare di qualsiasi anno. Si è così risaliti anche al punto di distacco del grosso iceberg che ha portato all’impatto del 14 aprile 1912: da Qassimiut, sulla costa sud-occidentale della Groenlandia.

titanic 2