Leucemia e vaccino HIB

Leucemia e vaccino HIB



I bambini vengono regolarmente vaccinati contro la HIB (Haemofilus Influenzae di tipo B) per contrastare il batterio in grado di infettare la membrana del cervello causando una meningite batterica. Si è scoperto ora che il vaccino HIB ha anche un altro vantaggio: riduce il rischio di leucemia linfoblastica acuta, il cancro infantile più comune, e gli scienziati ne hanno scoperto il motivo. Dr. Markus Müschen, l’autore principale di un nuovo studio pubblicato su Nature Immunology, ha spiegato che nei bambini il sistema immunitario è più “agile” che nelle persone anziane. Se essi vengono esposti alla HIB, la loro risposta immunitaria è di solito ben controllata e combatte il batterio senza causare gravi danni. Ma da esperimenti di Müschen e colleghi su cavie da laboratorio si è scoperto che in alcuni casi si innesca una reazione immunitaria vigorosa che attiva 2 enzimi i quali possono causare mutazioni in alcune cellule del sangue con maggiori possibilità di sviluppare la leucemia attorno ai 5-7 anni. La vaccinazione riduce del 20% questo possibile rischio. Il dr. Müschen, professore di medicina presso l’Università della California a San Francisco, ha detto che il dato sembra piccolo, ma è altamente significativo nelle grandi popolazioni. Per quanto sia attivo il sistema immunitario in età precoce, il vaccino riduce comunque il rischio di leucemia.