Latte magico

Latte magico



Il latte con serve solo per ammorbidire i cereali o inzupparci i biscotti a colazione. Si possono compiere vere magie col latte. Eccone alcuni esempi:

TOGLIERE LE MACCHIE DI INCHIOSTRO
Che vi siate sporcati con la biro o con il tonner, spesso queste macchie decretano la fine di un indumento. Prima di lavarlo, lasciate in ammollo nel latte la parte macchiata. Gli enzimi presenti nel latte provvederanno a sciogliere l’inchiostro senza danneggiare il tessuto.

LUCIDARE L’ARGENTERIA
Ecco un modo non tossico di pulire l’argenteria. Preparate un “latte acido” mescolando in rapporto una tazza di latte con un cucchiaio di limone. Raggiunta la quantità necessaria, immergete per tutta la notte l’argenteria nel liquido e al mattino sciacquate.

BALSAMO PER I CAPELLI
Contenendo varie proteine ed enzimi naturali, il latte può essere un ottimo balsamo. Dopo aver lavato i capelli, versate un palmo di latte sui capelli e massaggiate come per un normale balsamo. Quindi risciacquate.

RAVVIVARE IL PELLAME
Quello che vale per i capelli vale anche per la pelle: enzimi, proteine e grassi sono in grado di ripristinarne tonicità e brillantezza. Per ravvivare il pellame sarà sufficiente inumidire uno straccio col latte e strofinare con delicatezza l’oggetto in pelle. Non per niente le ricche romane si facevano il bagno nel latte!

CREPE NELLA PORCELLANA
Avete notato delle crepe superficiali nella vostra porcellana? Anche in questo caso il latte vi viene incontro, perchè contiene la caseina che può riempire le crepe come un adesivo. Mettete il pezzo di porcellana in una pentola contenente latte. Riscaldate il liquido, caldo ma senza portarlo all’ebollizione. Spegnete e lasciate raffreddare tutta notte. Risciacquate.

Siete rimasti sconvolti? Provare per credere.

Via