La Russia e l’anno del serpente

La Russia e l’anno del serpente



Grandi festeggiamenti ieri per l’inizio dell’anno cinese che quest’anno sarà sotto il segno del serpente. Generalmente è considerato un anno meno fortunato di quello che lo ha preceduto (anno del drago). La grande depressione economica del 1929, gli attacchi dell’11 settembre e il massacro di piazza Tiananmen sono episodi accaduti durante anni del serpente. Il 2013, poi, è dedicato al Black Water Snake, il serpente dell’acqua nera che ricorre ogni 60 anni e già dal nome non riscuote simpatia. Ma c’è una nazione che dovrebbe temere l’influenza degli anni del serpente: la Russia. Nell’ultimo secolo, gli anni del serpente hanno collezionato i più brutti ricordi per questa Nazione. Sarà un caso, ma per la Russia gli anni del serpente hanno lasciato sempre ricordi particolari. Rivediamo gli ultimi:

1881 – assassinio di Alessandro II, lo Zar liberatore

1905 – prima rivoluzione russa

1917 – rivoluzione bolscevica

1929 – il governo sovietico requisisce le proprietà ai contadini. Deportazioni di massa e carestia.

1941 – Hitler invade la Russia. Inizio seconda guerra mondiale.

1953 – muore Stalin

1989 – cade il muro di Berlino

Per il 2013, il sito astrologico russo astroscope.ru ipotizza la possibilità di un crollo dei mercati finanziari, qualcosa di simile al Martedì nero del 1929. Staremo a vedere.

Via