La prima portaerei cinese

La prima portaerei cinese



La prima portaerei cinese, la Liaoning, è entrata in servizio nello scorso mese di settembre. La Cina dice che la nave ha già fatto le sue prove in mare ed ora avrà la capacità di difendere gli interessi dello Stato e permetterà a Pechino di dire la sua nelle dispute territoriali. I caccia J-15 di fabbricazione cinese, alloggiati a bordo della portaerei, possono trasportare missili anti nave, aria-aria, aria-terra e bombe di precisione. La portaerei prende il nome dalla provincia nella quale è stata “ristrutturata”. La Liaoning è infatti di fabbricazione russa ed è stata acquistata dall’Ucraina. Questa nuova forza navale arriva in un momento in cui il Giappone ed altre Nazioni dell’area hanno espresso timori per la crescente forza cinese. Sono diverse le Nazione che nel sud-est asiatico hanno contenziosi con la Cina per il possesso di isole nel Mar Cinese meridionale. In questi anni la Cina sta spendendo molto per modernizzare le forze armate in modo da proiettare la sua potenza ben oltre la i propri confini. La Liaoning, chiamata in precedenza Varyag, è stata costruita dai russi negli anni ’80 e mai completata. Dopo il crollo del blocco sovietico la portaerei è stata portata nei cantieri navali ucraini. Nel 2001 una Compagnia cinese, collegata al China’s People’s Liberation Army (PLA), l’ha comprata con l’intento di farne un Casinò galleggiante a Macao ma i militari, nel 2011, decisero di farne la prima portaerei cinese.

Via