La mezza età inizia a 55 anni

La mezza età inizia a 55 anni



La mezza età inizia più tardi di quando si pensava una volta, dice una ricerca d’oltre Manica. E gli inglesi non si sentono “più vecchi” se non a 70 anni. Studi precedenti asserivano che la mezza età iniziava coi 36 anni, ma oggi dobbiamo tenere presente altri parametri. Stando ai dati attuali, ci sono in Inghilterra più persone oltre i 65 anni che ragazzi sotto i 16 (probabilmente sarà così anche da noi). Le statistiche derivate dall’ultimo studio portano a 54 anni e 347 giorni l’età in cui una persona sente di essere entrata in una nuova percezione della propria esistenza: la mezza età. Un 20% degli intervistati ha detto, invece, che per loro la mezza età inizia dopo i 60. Una buona parte sostiene che la mezza età non sia una questione di anni, ma di come uno si sente rispetto agli impegni ed alla voglia di vivere. Ma quando termina l’età di mezzo? Anche qui ci vengono in aiuto le statistiche che hanno rilevato, nelle risposte degli intervistati, una media di 69 anni e 277 giorni. Praticamente, la mezza età dura 15 anni. Ricorrendo sempre alle statistiche, ci sono dati anche sull’età in cui uno sente di essere uscito dalla gioventù: dai 34 anni per gli svedesi ai 52 per i greci, con una media per gli altri Paesi di 40 anni. Gill Jackson, direttore del corso online Love and Learn che ha seguito la ricerca, riferisce che una buona metà degli intervistati di mezza età hanno detto di avere ora più esperienza e fiducia di quando erano giovani, oltre ad aver meno paura di fare errori. “E pensare – ha detto John Caven di Love and Learn – che solo una generazione fa le persone si sentivano “vecchie” già a 60 anni”.

Via