La mega grotta del Mas d’Azil

La mega grotta del Mas d’Azil



Formatasi 2 milioni di anni fa, la grotta del “Mas d’Azil” è una cavità naturale scavata dal torrente Arize nella catena Plantaurel, Francia. La strada dipartimentale D 119 l’attraversa per 420 metri. Il volto d’ingresso è alto circa 80 metri. Queste cifre danno l’idea della maestosità del sito. Un simile riparo naturale è stato ovviamente sfruttato dall’uomo sin dalla notte dei tempi. All’interno sono stati trovati nel corso degli anni diversi manufatti che sono visibile nel Museo della preistoria del Mas d’Azil. In tempi più recenti, la grotta è stata rifugio per i primi cristiani del III° secolo, per i Catari durante l’Inquisizione e 2000 Ugonotti hanno resistito per un mese all’esercito di Richelieu. La grotta ha riaperto i battenti nel 2013 dopo due anni di lavori ed oggi è possibile attraversarla senza nulla perdere dell’autenticità del sito storico. I visitatori, attraversando una passerella, si trovano nel nuovo centro di interpretazione digitale e interattiva di 300 mq. In questo spazio museale sono presentati, attraverso tecniche virtuali, la formazione geologica della grotta e delle sue gallerie inaccessibili ai normali visitatori. Questo viaggio scientifico e divertente continua con un viaggio virtuale nella grotta mostrando la vita di 10.000 anni fa, il lavoro svolto dagli archeologi e i lavori per creare la nuova strada che l’attraversa. Il tutto in scenari da fiaba con luci colorate che evidenziano le forme.

Grotta Azil 2